Odissea

Di Fabio Visintin
Questo progetto è stato finanziato con successo
100% raggiunto 100%
194
40.000 €
2016-05-24

"Questo progetto racconta l’Odissea di Omero solo con immagini disposte in successione logica, senza testi né dialoghi. Grazie alle molteplici soluzioni di montaggio proprie del fumetto, nasce una narrazione visiva di grande impatto, semplice e comprensibile. Le immagini offrono un’interpretazione poetica del racconto omerico, con tutte le suggestioni e i significati che questa grande opera ha stratificato nel tempo. L’intenzione è di creare una lettura esclusivamente visiva, che scorra come un lungo sogno da godere ad “occhi aperti."

Fabio Visintin

spagnolo, inglese, francese e italiano.

settembre 2017

Tutto o niente

Raccontare solo con le immagini L’Odissea, il poema forse più noto dell’antichità, può sembrare un controsenso.

Questa storia descrive le avventure di un eroe la cui caratteristica più riconosciuta, oltre all’astuzia, è l’uso della parola, la capacità di narrare le proprie imprese, di convincere ed affascinare attraverso il linguaggio tutti quelli con cui entra in contatto, dei o umani che siano.

Il vecchio Antenore, nel terzo libro dell’Iliade, ricorda di aver ospitato Ulisse nella sua casa, mentre si tentavano trattative di pace tra greci e troiani. Lo definisce così:

Restava immobile guardando in basso, con gli occhi fissi al suolo. Sembrava non sapesse che dire. L’avresti detto in preda alla collera oppure pazzo del tutto. Ma quando dal petto faceva uscire la voce profonda e diceva parole che parevano fiocchi di neve in inverno, allora nessun uomo avrebbe sfidato Ulisse, nessuno pensava a guardare il suo aspetto”.


Il re di Itaca possedeva la magia della parola. Come potevo tradurre in parole i “fiocchi di neve” senza sminuirli? Ecco che allora, il silenzio, lo scorrere delle immagini sono stati scelti come la maniera più appropriata per ridare suggestione a questo racconto, nel quale il Mare e la Solitudine hanno una parte così rilevante.

Il racconto ­ che non utilizza il testo scritto né come didascalia né come dialogo ­ si regge esclusivamente sul montaggio delle immagini concatenate in sequenza logica.

Chi conosce la vicenda di Ulisse potrà trovare interessante il modo in cui alcuni passaggi della storia sono stati risolti. Poiché la narrazione è complessa, gli espedienti usati per collegare le immagini e suggerire il percorso della vicenda sono vari: la successione logica del movimento che segue un personaggio in una sua azione; i collegamenti per similitudine (il sole che riscalda Ulisse naufrago diventa la palla con cui giocano le ancelle di Nausicaa; il fuoco del braciere alla reggia dei Feaci diviene il fuoco di Troia in fiamme); l’uso di personaggi­staffetta (lo squalo che affianca la zattera di Ulisse e poi s’immerge per mostrarci Poseidone); gli espedienti grafici tipici del linguaggio dei comics, come il contorno diverso ed irregolare dei flashback.

Ulisse è l’uomo che si è spinto oltre i suoi limiti, l’unico ad essere entrato vivo nell’Ade ed ad averne fatto ritorno, l’ultimo grande eroe che tratta gli dei come suoi pari. La sua figura si è stratificata nei secoli e ha assunto significati contrastanti. Nell’antichità alcuni lo ritenevano figlio di Sisifo, che era stato talmente furbo da ingannare anche la morte: questa discendenza sottolineava lo spirito corsaro e bugiardo di Ulisse, la sua scaltrezza e furbizia. Del resto Odisseo in greco significa “L’Odiato” per via dell’odio da parte dei suoi detrattori e dei nemici vinti ed ingannati, come il dio del mare Poseidone. Dante nella Divina Commedia ne fa invece un eroe titanico che varca le Colonne d’Ercole per amore del sapere e “per seguir virtute e canoscenza”.

L’Ulisse di Omero ­ a cui si richiama questa mia versione ­presenta un protagonista che, pur restando un “eroe” essenzialmente un uomo che vuole fortemente un’unica cosa: “ tornare a casa” per ritrovare la moglie, il figlio, la sua terra e il focolare.



E’ un personaggio straordinariamente moderno, il prototipo di tanti anti­eroi con cui non possiamo fare a meno di identificarci.

Durante il suo viaggio Ulisse incontrerà e amerà donne affascinanti e dee bellissime e pericolose: la Ninfa Calipso ­il cui nome significa in greco “colei che nasconde”­ che dopo averlo salvato dal naufragio lo terrà in esilio forzato nell’isola di Ogigia; la misteriosa Maga Circe, bionda figlia del Sole e sorella di Medea, grande incantatrice e conoscitrice del potere delle erbe; la giovane Nausicaa, principessa figlia di Alcinoo, re dei Feaci, che lo raccoglie naufrago sulla spiaggia del suo regno; Athena, divinità che più volte gli appare in varie spoglie e che sempre lo protegge come una fata madrina e infine Penelope, la donna che ha sposato e la sua regina, da cui vuole tornare.

Oltre agli dei, molte sono anche le creature fantastiche che Ulisse incontra nel suo vagare: le Sirene, le anime dei defunti nell’Ade, Scilla e Cariddi ­ i due orrendi mostri marini che presidiano quello che sarà poi identificato come lo stretto di Messina ­ e infine il Ciclope, mostruoso e cannibale figlio di Poseidone.



Anche quando dopo molte peripezie riuscirà a tornare nell’amata patria, per Ulisse le prove non saranno finite: dovrà vedersela coi Proci, principi guerrieri venuti a reclamare in sposa Penelope, da tutti ritenuta vedova. Il poco rispetto per la sua sposa, per i suoi averi e per il figlio provocherà la collera dell’eroe: la sua vendetta sarà terribile e spietata.

E’ poco credibile che tutta l’Odissea si sia svolta nel Mediterraneo, come già notava nell’antichità Filostrato: “Vi pare che un uomo astuto come Ulisse possa perdersi per
dieci anni in un mare poco più grande di uno stagno?”. La rotta seguita da Ulisse, sconfina nell’irrealtà, è un viaggio in universi paralleli, lontani da quelli degli uomini.

I luoghi in cui ho ambientato la vicenda ­ pur serbando il ricordo delle isole del Mediterraneo sono luoghi fantastici, immagini suggestive che fanno da sfondo ai vari passaggi della narrazione.

"In questo mio romanzo grafico voglio siano le immagini a
trasmettere ciò che le parole non possono descrivere senza
sminuire e banalizzare.

Voglio mostrare gli sguardi, i costumi, le luci dei fuochi,
le onde del mare e gli abissi in cui dimora Poseidone.

Voglio disegnare divinità pagane e che dal loro aspetto
traspaia tutta la loro potenza, la loro follia e il mistero
che celano.

Voglio far vedere i gioielli che richiamano civiltà sepolte.

Voglio che il lettore possa essere trasportato in un’antichità
profonda e primordiale, trascinato in un sogno ambientato
in un’epoca leggendaria.

Voglio coinvolgerlo in un’esperienza evocativa e lasciare
che sia la sua immaginazione a creare quei dialoghi che
rimandano alla poesia di Omero".

Fabio Visintin

Galleria di ricompense

 

Siamo consapevoli dello sforzo che comporta un lavoro ben fatto e sia l’autore che noi di Spaceman Project siamo preparati. Amiamo questo modello e vogliamo portarlo a un altro livello in cui lettori, autori, editori e librerie siano i protagonisti. Per questo abbiamo tenuto in considerazione i piccoli dettagli e abbiamo definito una meta di raccolta fondi adeguata a quello che offriamo.

Il tempo di realizzazione dell’opera è di un massimo di 15 mesi.

Per concludere, ma non meno importante, tutte le illustrazioni presentate in questa campagna sono provvisorie e potranno essere soggette a modifiche una volta raggiunti i fondi necessari e cominciato il lavoro. Ciò riguarda solo le immagini di portata principali, non la storia, né il formato dell’opera né le ricompense offerte. Com’è lógico, stiamo presentando un progetto vivo e da realizzare. La creatività non ha limiti e nutriamo la convinzione che non si debba smettere di migliorare, per questo motivo ci siamo compromessi a garantire qualità ai nostri lettori.

  • oggi
  • 10 di aprile 2018

    ¡ODISEA YA ESTÁ IMPRESO!

    di Spaceman Project

    El nuevo cómic de Fabio Visintin ya es una realidad y es maravilloso poder disfrutar del arte de cada una de sus páginas.

    A partir de la próxima semana empezaremos a enviar los ejemplares a todos los patrocinadores, que tardarán en llegar entre 2 y 4 semanas, dependiendo del páis de destino.

    El día 18 de abril cerraremos los archivos con las direcciones de envío. Si tienes que actualizar la información de entrega, puedes hacerlo en tu área de usuario entrando en la recompensa y siguiendo esta ruta:

    Ver los detalles de esta aportación / Dirección de envío / Editar

    Esperamos que el resultado de dos años de trabajo te encante tanto como a nosotros.

    contact@spacemanproject.com

    Continua a leggere
  • 7 di febbraio 2018

    ODISEA, de Fabio Visintin, ¡está preparado para entrar en imprenta!

    di Spaceman Project

    Con gran placer comunicamos que el diseño editorial del cómic está finalizado y el día 19 de febrero enviaremos los documentos a la imprenta (es cuándo tenemos la fecha reservada). El proceso de producción dura entre 4 y 6 semanas. Una vez que recibamos los libros en nuestro almacén, empezaremos a realizar los envíos a los todos patrocinadores, el tiempo de entrega es de entre 7 y 15 días. Después de eso, los libros estarán disponibles en las tiendas.

    Agradecemos enormemente la paciencia y apoyo por tu parte. El trabajo sobre los materiales requirió un tiempo extra, aproximadamente 2 meses, para poder dejar la obra a la altura del autor, quién ha realizado una maravillosa historia con un dibujo precioso.

    Esperamos que el resultado sea de tu agrado y quedes tan contento como nosotros.

    Continua a leggere
  • 23 di ottobre 2017

    ODISEA / Estado del proyecto

    di Spaceman Project

    Fabio Visintin finalised the creative part and we received all the artwork the 7th of September. We are now in the layout and design phase. 

    This project is suffering a delay in design and preproduction so we need to postpone the release date to November-December 2017 approximately. 

    Continua a leggere
  • 5 di maggio 2016
  • 28 di aprile 2016

    Exclusive gift for the backers of ODYSSEY

    Thank you for backing comics Spaceman Project!

    For all of you that have supporting Fabio Visintin's project, we are rewarding you with an exclusive print of the characters ODYSSEY

    The print is a one side, measuring 14,8 x 21 cm

  • 13 di aprile 2016

    ODISSEA di Fabio Visintin inizia il suo crowdfunding oggi!

    Patrocina questo crowdfunding! Periodo di campagna: 13 Aprile - 23 Maggio

    "Questo progetto racconta l’Odissea di Omero solo con immagini disposte in successione logica, senza testi né dialoghi. Grazie alle molteplici soluzioni di montaggio proprie del fumetto, nasce una narrazione visiva di grande impatto, semplice e comprensibile. Le immagini offrono un’interpretazione poetica del racconto omerico, con tutte le suggestioni e i significati che questa grande opera ha stratificato nel tempo. L’intenzione è di creare una lettura esclusivamente visiva, che scorra come un lungo sogno da godere ad “occhi aperti."

    Fabio Visintin 
  • 13 di aprile 2016

    Lancio del progetto

Fabio Visintin

Bibliografia Fabio Visintin

Fabio Visintin nasce a Venezia nel 1957, città nella quale tuttora risiede.

Dopo aver frequentato il Liceo artistico si iscrive all’Università di Architettura e contemporaneamente intraprende la carriera di illustratore ed autore di fumetti.

Pubblica le prime storie sulle pagine di Alter Alter, storica rivista edita da Rizzoli ed in seguito su testi di altri autori disegna due libri a fumetti per l’editore Ottaviano.

Decide di dedicarsi completamente alla professione di illustratore e abbandona gli studi universitari.

Inizia la collaborazione con Frigidaire la storica rivista creata da Scozzari, Pazienza e Sparagna e su Frizzer (supplemento interamente dedicato al fumetto) pubblica parecchi suoi racconti . Collabora inoltre con agenzie e studi di grafica e illustra numerosi testi per l’editoria scolastica per quasi tutti gli editori di settore.

Inizia la sua collaborazione con Alex Randolph celebre inventore di giochi da tavolo per il quale visualizza e illustra parecchi giochi editi nel mercato tedesco e in quello americano oltre al libro per bambini “Detective Nosy” pubblicato dalla Hamish Hamilton di New York e poi venduto e tradotto in numerosi paesi.

Grazie al suo segno eclettico che gli consente di passare facilmente da produzioni riservate ad un pubblico adulto ad altre riservate ai ragazzi inizia a collaborare con quasi tutti gli editori specializzati nel settore per i più piccini.

Crea libri per gli editori: Piccoli, Coccinella,Fabbri,Giunti,De Agostini, Happy Books, ecc..

In questo periodo realizza alcuni libri per l’editore Piccoli nei quali appaiono in embrione quelli che ripresi in una versione  a fumetti diventeranno una serie molto conosciuta ed apprezzata sulle pagine del Corriere dei Piccoli della fine degli anni 1980: “I Cuccioli”.

Sempre per il Corriere dei Piccoli con cui collabora molto intensamente dal 1987 al 1994 produce anche un’altra serie: “Nella Foresta Incantata” della quale realizza 3 lunghe storie avventurose a Puntate.

Dopo la chiusura della testata riprende a collaborare con studi e agenzie grafiche ed inizia il sodalizio con l’editore Marsilio del quale diviene il principale illustratore delle cover della collana Giallo-mistery “Le farfalle”. Collaborazione che prosegue ed ha raggiunto e superato le 100 cover realizzate.

Anche se in maniera più saltuaria torna per passione a pubblicare storie a fumetti, prima sulla rivista Blue e in seguito, occasione molto importante e significativa, realizza una serie di racconti per la rivista Animals, racconti che raccolti in un volume intitolato: ”Natali Neri” arricchito da un racconto inedito gli valgono lo scorso anno alcuni significativi riconoscimenti:

Premio Micheluzzi al Comicon di Napoli 2015 e premio Gran Guinigi a Lucca Comics 2015.

Volume inoltre selezionato dal circuito bibliotecario di Roma come uno dei migliori 16 libri editi nel 2015 per concorrere al premio  “Biblioteche”.

Il suo approccio appassionato e autoriale al fumetto gli fa realizzare opere sempre molto particolari, sia per contenutii che per modalità produttive, è in questa prospettiva che vanno inserite la Grapich Novel “Vita Amori e avventure veneziane di Messer Gatto con gli Stivali”  trasposizione  integrale a fumetti di un dramma radiofonico di Angela Carter edito da Marsilio e “L’Isola” Graphic Novel liberamente ispirata alla Tempesta di Shakespeare edito da RoundMidnight edizioni.

Partecipa al Libro e alla mostra : “Archeomafia, Storie d’Arte e di Misfatti” per Lega Ambiente e Commando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e  su testi di Silvano Mezzavilla illustra l’episodio “Ex Libris” poi esposto alla mostra tenutasi all’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica.

Su testi di BrunaMaria Dal Lago realizza il libro edito da Giunti Progetti educativi e dal Museo di cultura Ladina di Vigo di Fassa: “Il Regno dei Fanes”, sempre con la Dal Lago inventa e illustra il gioco “Creature Leggendarie dell’ Alto Adige” Premio autori da scoprire regione Alto Adige.

Vince il premio “Soligatto” per le illustrazioni del libro di Roberto Piumini:” Dei ed Eroi dell’Olimpo” edito da Mondadori, casa editrice per la quale realizza numerosi titoli.

Attualmente all’attività nel campo editoriale si sono aggiunti anche il disegno di stoffe, e la produzione di quadri.