Nothin' Personal

Di Andre e Josep
Finished

Project financed successfully on 26/03/2016

559
100 % raggiunto 100%

Spagnolo, Inglese, Francese e Italiano.

Todo o nada

Finished

 

Il progetto

S.A.D. è qualcosa di più di un semplice gruppo di mercenari. Si tratta di una piccola famiglia di pericolosi soldati impegnati in centinaia di incursioni e di battaglie. Il loro motto è di non prendere nessun incarico come personale. Quando si tratta di entrare in guerra, tutti vogliono avere i S.A.D. dalla loro parte, nessuno vuole doverli affrontare. Se vuoi salvare qualcuno, invadere un pianeta o sottomettere i tuoi nemici, loro rappresentano di sicuro la tua migliore opzione. Se paghi bene, staranno dalla tua parte, senza fare domande. È solo lavoro, niente di personale. Le loro capacità di combattimento e il loro istinto di sopravvivenza saranno messi alla prova quando una semplice missione di salvataggio diventerà l’incarico più pericoloso della loro carriera.

Il S.A.D. (Search and Destroy) non è un gruppo di mercenari come gli altri. È una famiglia piccola e unita che lavora in ciò che sa fare meglio: combattere in piccole scaramucce o grandi battaglie , compiere operazioni di salvataggio, invadere pianeti o dare la caccia a fuggitivi.

A differenza degli altri famosi gruppi di mercenari, come la Corporazione Nulk, il S.A.D. è formato da pochi membri. Nonostante ciò, la loro reputazione è tale che a loro il lavoro non manca mai. Nessuno li vuole come nemici. Un altro aspetto li rende diversi dagli altri: non cercano gloria e non prendono le parti di nessuno, per loro si tratta solo di lavoro, niente di personale. Portano sempre a termine un incarico e una delle loro regole è non lavorare mai gratis.

Il Team

Reg li guida con il pugno di ferro. Veterana di mille battaglie e con esperienza in altri gruppi di guerrieri assoldati, alla fine si è messa in proprio e ha fondato il S.A.D., poi diventato la sua seconda famiglia. Per i suoi è un capitano implacabile ma anche una madre protettiva che farebbe qualunque cosa per prendersi cura dei suoi ragazzi.

Si occupa della loro salute e che rimangano tutti interi, si incarica il primo ufficiale Dog Sánchez, membro della Fratellanza Medica Galattica di Battaglia (un’associazione di ciarlatani con un rigido codice d’onore e che nessuno toccherà in battaglia salvo incidenti). Dog è capace di cucire una ferita mentre impugna un’arma con l’altra mano.

Mayhem s’incarica dell’assortimento delle armi, che sia sempre completo. Essere mercenari è una tradizione familiare e i suoi genitori non potrebbero essere più orgogliosi di lei. Si annoia quando i S.A.D. non hanno lavoro, è dipendente dall’azione.

La “recluta” in realtà è il veterano della squadra ma viene chiamato così perché è l’ultimo arrivato e quindi deve sopportare questo soprannome e svolgere le mansioni più misere come andare avanti per primo sul campo minato o distrarre il nemico. Nonostante protesti com’è proprio della sua natura di brontolone, è un fuoriclasse e riesce sempre a uscirne illeso (più o meno).

Fiddles è il più giovane della squadra, ma essendo entrato nel gruppo poco prima della recluta, si è risparmiato questo soprannome. Può pilotare e riparare quasi qualunque cosa. Proviene da una tribù di nomadi dello spazio che vivono sparsi per tutta la galassia e che possono apparire in qualsiasi momento per dare una mano (o causare problemi) quando meno te l’aspetti. È un “imprenditore” e quando non ha lavoro con i S.A.D. lavora come commerciante di pezzi di navi, armi o ciò di cui gli si presenti l’occasione.

Kryenne Swanson è il nuovo membro del gruppo, la nuova recluta. Appena diplomata in una delle più prestigiose accademie militari, vuole farsi un nome nel mondo dei mercenari. È un’esperta in tecnologia moderna e in tecniche di combattimento avanzate.

La missione

In questo primo fumetto, dopo un paio di mesi di riposo, i nostri eroi tornano all’azione accettando quella che sembra essere una semplice missione di salvataggio. Devono recuperare un pesce grosso, un imprenditore la cui nave è caduta su Lexker II, un pianeta in macerie, praticamente disabitato, devastato da una grande guerra anni prima. Si aspettano di trovare qualche banda pericolosa di sopravvissuti e poco più. Invece incontrano molte persone sul loro cammino, gente intenzionata a impedirgli di compiere la loro missione.

Disegni

Ricompense

Siamo consapevoli dello sforzo che comporta un lavoro ben fatto e sia l’autore che noi di Spaceman Project siamo preparati. Amiamo questo modello e vogliamo portarlo a un altro livello in cui lettori, autori, editori e librerie siano i protagonisti. Per questo abbiamo tenuto in considerazione i piccoli dettagli e abbiamo definito una meta di raccolta fondi adeguata a quello che offriamo.

Il tempo di realizzazione dell’opera è di un massimo di 15 mesi.

Com’è nato Nothin’ Personal (scritto da Andre!):

Nothin’Personal, come tutti gli eventi rivoluzionari della storia, è stato forgiato in un bar. Era da tanto che Josep e io volevamo scrivere un fumetto insieme. Dopo due anni a disegnare palloni con gli occhi per un’azienda di videogiochi e dopo essermi resa conto di star perdendo la capacità di disegnare estremità, il momento era arrivato.

Volevamo creare un fumetto che ci piacesse leggere davvero, non per vincere un premio come miglior romanzo grafico in vita, un fumetto di un genere a cavallo tra azione, fantascienza e avventura classica; con quello spirito degli anni ‘80 in cui tra uno sparo e un’esplosione qualcuno fa una battuta.

Ci siamo concentrati su un gruppo di personaggi che fosse abbastanza carismatico e patetico da piacere e allo stesso tempo farti sentire identificato.

Abbiamo pensato a Firefly, Star wars, Star Trek, Aliens, I Goonies, Predator, Comando, Buffy, Il Signore degli Anelli… questi classici hanno un elemento in comune, un gruppo di personaggi in cui ciascuno ha un suo preferito, che non è necessariamente lo stesso.

Se il gruppo di personaggi funziona come un tutt'uno, puoi creare un’infinità di storie intorno a loro, devi solo cambiare lo scenario e la missione. Se segui un gruppo, tutto è sempre più inaspettato rispetto a seguire un protagonista che sai sempre come risponderà.

Così è nato il S.A.D.

Abbiamo deciso che fossero mercenari perché rappresentano un’ambiguità interessante. Chi sono “i buoni”? Chi sono “i cattivi”? Chi vince la guerra? Sei “cattivo” o “buono” se fai il tuo lavoro? In un futuro lontano, fino a che punto esiste un’etica?

(apro una parentesi per ricordarvi che stavamo bevendo birra)

Oltre che per il fatto di essere amanti della fantascienza, abbiamo scelto un contesto spaziale per una semplice ragione. LIBERTÀ ASSOLUTA. Pensateci. Vogliamo usare la fantasia? Missione in un pianeta primitivo e pagano. Viaggi nel tempo? Non è un problema. Rivoluzione robot o invasione aliena? Possiamo farlo. Romanzo vittoriano? Sarebbe stato curioso vedere come saremmo riusciti a farlo con Reggie, Mayhem e la recluta in pantaloncini corti (in quel momento si notava la TROPPA birra).

Riassumendo: con “Niente di personale” vogliamo recuperare il tono di quelle storie che abbiamo visto nei film degli anni ’80-’90, in cui un gruppo di eroi variopinti affrontava ogni tipo di minaccia e di pericolo. Una storia d’azione, avventura e amore, parolacce, spari, esplosioni, e ogni tanto qualche gattino, come un peluche che ci avvolgeva.

Speriamo che vi divertiate a leggerlo tanto quanto ci siamo divertiti noi a farlo.

Che la forza del Giudice Dredd vi dia lunga vita e prosperità.

-- Andre